L’unico precedente tra Potenza e Aversa Normanna è rappresentato dalla partita di andata della stagione in corso terminato sullo 0 a 0; primo pareggio dei ragazzi di Ragno dopo 7 vittorie consecutive.

I campani sono dunque stati i primi a bloccare in qualche maniera il Potenza in questo campionato e i primi a non subire gol, gli unici assieme al Nardò.

Come nella partita di andata il Potenza si trova ad affrontare la squadra campana in una sorta di testacoda, infatti alla 7 giornata i rossoblu erano primi a punteggio pieno a 21 punti e i granata terz'ultimi a 4; alla 25^ giornata il Potenza si ritrova sempre primo a 59 punti e l’Aversa quindicesimo a 23, però bisogna anche dire che nel girone di ritorno i rossoblu hanno totalizzato 17 punti mentre l’Aversa 13, solo quattro punti in meno, in più i granata vengono da tre vittorie consecutive di cui l’ultima contro una più quotata Altamura.

E’ vero anche che l’Aversa fuori casa ha vinto solo tre volte e pareggiato due e non è proprio una squadra dall’attacco stellare, solo 20 gol realizzati, ovvero il secondo peggior attacco del campionato, però se guardiamo la media gol i "normanni" sono passati da 0,7 gol a partita del girone di andata a 1,14 gol in quello di ritorno (8 gol in 7 gare), subendo 7 reti, una in meno del Potenza che di gol ne ha subiti 8 ma ne ha realizzati 16.

Probabilmente, tenendo sempre a mente della grande differenza di forza in campo e in panchina tra le due squadre, i potentini affronteranno un’Aversa che non è mai stata così in forma come adesso, pertanto, visto anche il precedente dell’andata, sarà una partita da affrontare con determinazione ma anche con molta attenzione perché ultimamente i rossoblu hanno mostrato la tendenza ad essere spesso distratti in difesa e, se aggiungiamo che in fondo l’Aversa non ha nulla da perdere, è bene non etichettare questa partita come “facile” perché per gli uomini di Marasco portare via dal Viviani anche un punticino sarebbe come una vittoria, non solo per la forza dei padroni di casa, ma anche perché, nella posizione critica in cui si trovano i campani, ogni punti conquistato potrebbe significare la salvezza senza passare per i play out.

Nella Storia!

La Canzone: Potenza nel cuore

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Catanzaro vs Potenza. I precedenti

Potenza vs Rieti. I precedenti

ULTIMI ARTICOLI

Potenza - Taranto: Formazione titolare

Formazione del Potenza: Breza, Russo, Panico, Di Somma, Bertolo, Esposito, Coppola, Guaita, França, Guadalupi, Siclari
A disposizione: Mazzoleni, Biancola, Sicignano, Ungaro, Diop, Di Senso, Vaccaro, Coccia, Pepe

Sostituzioni:
57° Pepe per Guadalupi - 74° Coccia per Guaita - 75° Di Senso per França - 80° Diop per Esposito, 84° Sicignano per Bertolo

Miglior attacco
Potenza 81
Cavese 68
Taranto 62
Miglior difesa
Potenza 28
Cavese 31
Nardò 36
Peggior Attacco
Frattese 26
Aversa Normanna 31
Gragnano 34
Peggior Difesa
S. Molfetta - Manfredonia 85
Francavilla - 70
Aversa Normanna 56

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy