Il girone H del campionato di serie D si è nuovamente riaperto grazie a un Francavilla bello, ordinato e concreto che è riuscito a strappare tre punti a una capolista arrivata al Fittipaldi orfana di Guaita e Di Somma, e con una formazione rivoluzionata incapace di esprimere una logica di gioco efficace a contrastare il dinamismo dei sinnici su un campo difficile e intriso d’acqua.

Ringrazia la Cavese corsara a Nardò con un gran gol di Manzo, non nuovo a queste prodezze (ne sa qualcosa la difesa potentina) e così tutti quelli che già speravano di vedere i lucani allungare ancora sui campani sono stati delusi amaramente. I punti di vantaggio del Potenza passano ora da 8 a 5 e le speranze dei metelliani di una miracolosa rimonta si riaccendono prepotentemente.

Così come si è riaccesa la lotta per i play off dopo la sconfitta a sorpresa del Taranto contro la pericolante Frattese; ad approfittare di questo scivolone potrebbe essere il Picerno che con due partite da recuperare ha la possibilità di portarsi a -4 dagli ionici e dare poi il tutto per tutto nel rush finale per agganciare uno storico risultato.

Nella zona centrale della classifica possono tirare un po’ il fiato Sarnese e Francavilla, grazie al turno casalingo che ha visto i campani resistere al più quotato Cerignola e i lucani strapazzare il Potenza nel derby. I ragazzi di Lazic hanno conquistato la loro terza vittoria nelle ultime cinque giornate a dimostrazione di una grande volontà di arrivare alla salvezza il prima possibile.

Nella zona calda della graduatoria l’Aversa Normanna ha raggiunto il San Severo a quota 26 grazie alla vittoria nello scontro diretto contro il Pomigliano e ad un passo c’è anche la Frattese che in questo momento è la squadra, in lotta per la salvezza, che ha fatto meglio nelle ultime cinque gare, ben 10 punti, come il Potenza e meglio anche di Taranto, Gravina e Nardò.

La battaglia per la sopravvivenza si fa davvero accesissima e sanguinosa, 8 squadre in 6 punti e ancora sei gare per evitare lo spettro dei play out.

Altamura-Potenza. La prima sfida

1979/80. Il Potenza vs Igea

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Nardò vs Potenza. I precedenti

Il Potenza divora il Picerno

ULTIMI ARTICOLI

Potenza - AZ Picerno: Formazione titolare

Formazione del Potenza: Breza, Russo, Bertolo, Di Somma, Panico, Esposito, Coppola, Guaita, França, Guadalupi, Siclari
A disposizione: Mazzoleni, Biancola, Sicignano, Diop, Di Senso, Schisciano, Vaccaro, Pepe, Ungaro, Garofalo

Sostituzioni:
60° Pepe per Guadalupi - 68° Di Senso per França - 71° Coccia per Guaita - 81° Diop per Esposito - 86° Schisciano per Siclari

Miglior attacco
Potenza 77
Cavese 61
A. Cerignola 54
Miglior difesa
Potenza 25
Cavese 29
A. Cerignola 30
Peggior Attacco
Frattese 24
Aversa Normanna - San Severo 27
Sporting Molfetta 32
Peggior Difesa
S. Molfetta 80
Manfredonia - 69
Francavilla 61

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy