Mercoledì 11 aprile alle 20:30 andrà di scena allo stadio Viviani l’attesissima semifinale di Coppa Italia che potrebbe proiettare questo Potenza, per la prima volta nella sua storia, in una finale di un torneo nazionale.

Dopo aver archiviato la temuta sfida di Gravina in campionato e ricacciato a 8 punti i rivali della Cavese, i rossoblu possono ora tuffarsi, con la mente libera da altri pensieri, anche in coppa. L’occasione è ghiotta e difficilmente ripetibile. Avversari di turno i toscani del San Donato Tavarnelle, squadra che milita nel girone D della quarta serie. 

Il San Donato -Tavarnelle è una squadra nata nel 2006 dalla fusione del San Donato e della Libertas Tavarnelle storica formazione della cittadina di Tavernelle Val di Pesa, circa 8.000 anime nella provincia di Firenze. Ha sempre militato in campionati regionali e si è affacciata alla serie D nella stagione 2014/15 quando ha il campionato di Eccellenza.

I gialloblu della Val di Pesa occupano il 10° posto della classifica del proprio girone e nell'ultima gara di campionato hanno pareggiato per 0 a 0 in casa del Ponsacco.

In campionato il San Donato ha conquisto in 30 partite 41 punti, frutto di 11 vittorie, 8 pareggie 11 sconfitte con 38 gol realizzati e 31 subiti. Fuori casa ha ottenuto 4 vittorie 4 pareggi e 7 sconfitte con 18 reti realizzate e 18 subite).

Questo il cammino delle due squadre in Coppa:

Preliminare Potenza S. Molfetta 3-0 a tav.   Colligiana S.D. Tavarnelle 0-2
1° turno Gravina Potenza 2-2 (2-4 dcr)   S.D. Tavarnelle Rignanese 2-1
32° di finale Potenza Altamura 2-1   V. Montecatini S.D. Tavarnelle 1-3
16° di finale Nardò Potenza 1-1 (4-5 dcr)   Fiorenzuola S.D. Tavarnelle 0-1
8° di finale Potenza Igea virtus 3-0   S.D. Tavarnelle Ostia Mare 0-0 (5-4 dcr)
4° di finale A. Cerignola Potenza 0-2   Matelica S.D. Tavarnelle 1-1 (3-4 dcr)

 

Si può notare un percorso abbastanza simile tra le due squadre con due passaggi ai calci di rigore per entrambe. Di sicuro il San Donato non è una formazione facile da affrontare e fuori casa sembra essere ancora più temibile che tra le mura amiche (7 gol realizzati e 3 subiti) ma il Potenza potrà contare, oltre che su una squadra carica e motivata, anche su una tifo da altra categoria.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy