di Pasquale Scarano

La nave tirrenica, nonostante sembrasse di poter giungere, all'inizio delle ostilità, ad un porto sicuro, è stata letteralmente sbrindellata e dunque affondata dal tiro preciso delle siluranti rossoblu, dominatori del “ Viviani Mare Nostrum “.

Dominio incontrastato, quindi, per una battaglia condotta a senso unico dagli eversori lucani ed avversario annichilito dal ritmo tambureggiante, dalle accelerazioni improvvise con sovrapposizioni esterne e dalle letali imbucate della truppa di mister Raffaele, che hanno determinato il definitivo 4-0 per il Potenza. Il capo-ciurma della Cavese, mister Modica, non rinunciava al combattimento e schierava i suoi uomini con un offensivo 4-3-3 interpretato da De Brasi in porta, Bacchetti e Manetta difensori centrali, Palomeque e Filippini terzini di fascia; in mezzo al campo giostravano Favasuli, Nunziante e Tumbarello con Maza, Magrassi e Fella riferimenti offensivi.

I rossoblu presentavano Breza tra i pali, protetto da Emerson Sales e Sepe pacchetto arretrato, Dettori e Coppola nella zona nevralgica, con il supporto di Coccia e Panico sugli esterni, e terminale d'attacco Guaita, Franca e Longo, trio delle meraviglie. Nel 1° game i leoni sondavano l'avversario con improvvise sortite in avanti tese a soppesare l'avversario ed all'11° con Longo ed al 26° da un cross di Emerson, con Sepe la mettevano dentro, ma entrambi in posizione di off-side: goal annullato. Gli aquilotti si segnalavano solo per due tiri-cross, che nessuno degli avanti metelliani erano in gradi di raccogliere. I rossoblu, quindi, decidevano di affondare ed al 36° l'incontenibile Guaita guadagnava un angolo, sulla respinta del quale Emerson serviva impeccabilmente Longo, che girava a volo sul 2° palo, trafiggendo il portiere De Brasi, per l'1-0 dei padroni di casa. 3 minuti dopo ancora Guaita imbeccava Longo anticipato d'un soffio da un provvidenziale intervento di Manetta, il migliore dei suoi.Si salvavano gli aquilotti nella circostanza, ma i leoni al 43° sfruttavano un'incursione di Panico, che con Longo imperversava sulla corsia mancina, il quale metteva in moto il funambolico Dettori, capace di mettere un pallone sulla testa di Guaita per il 2° goal del Potenza. Terminava, in tal modo la prima frazione di gioco.

Il 2° game esprimeva l'assolutismo del re leone con velocizzazioni sulla ¾ con scambi di prima sull'intero arco offensivo, dove all'11° Coppola pescava con un pallonetto ancora Longo autore della triplete rossoblu e della doppietta personale. Veniva, così sancito il 3-0 che induceva i rossoblu a gigioneggiare con un avversario, ormai in balia delle onde,incapace di effettuare una conclusione degna di tal nome e succedeva, pertanto, che al 16° un altro goal di Guaita veniva annullato per fuori-gioco ed al 32° un'incursione dello stesso Guaita ubriacava di finte il malcapitato Tumbarello, innescando il neo-entrato Ricci, davanti alla porta, per un tap-in facile facile che fruttava il 4-0 ai leoni. Dopo il poker, i rossoblu si davano all'accademia, non della Crusca, con palleggi edulcorati di prima intenzione, fraseggi d'alta qualità tecnica con raffinate interpretazioni del match, condite anche dalle percussioni inarrestabili di Panico e Coccia.Il tutto terminava con l'apoteosi finale di un pubblico entusiasta per la superba prestazione dei propri match-winner, lanciando un chiaro messaggio: play - off arriviamo.

Le vittorie a tavolino del Potenza

Prenota la maglia storica del Potenza

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

i Solidi Noti

Catanzaro - Potenza. I precedenti

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Vibonese - Paganese 19
Reggina - Viterbese - Catania 18
Bari 16
Miglior difesa
Potenza 2
Reggina 6
Monopoli - Bari - Casertana 9
Peggior Attacco
Rende 4
Bisceglie 6
Cavese 7
Peggior Difesa
Rende 22
Rieti 21
Catania 19

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy