Il pareggio di Rieti ha lasciato un po’ di  amaro in bocca ai tifosi rossoblu. Tutti speravano in una facile vittoria che avrebbe potuto portare il Potenza in vetta alla classifica. Ma guardando i risultati di queste prime giornate ci si accorge che nulla può essere dato per scontato. E’ un girone dove non ci si può distrarre un attimo, lo sa bene la Ternana, sconfitto in casa dal Monopoli, così come lo sanno bene il Catania, il Bari, l’Avellino o la Casertana.

Al di là del risultato, l’atteggiamento del Potenza visto domenica è quello giusto. Gli uomini chiamati in campo da Raffaele si sono fatti trovare sempre pronti e anche decisivi, vedi il magnifico assist di Arcidiacono contro il Bisceglie o il bel gol di Vuletich a Rieti, entrambi all’esordio in rossoblu.

Non c’è da rammaricarsi più di tanto. La vetta è a portata di mano e mercoledì i rossoblu affronteranno la Sicula Leonzo, avversario che nell’ultima stagione è stato difficile da digerire, una sconfitta a Lentini e un pareggio in casa, entrambi arrivati con gol dei siciliani nei minuti di recupero.

C’è quindi da tornare alla vittoria contro i bianconeri che in questo momento bazzicano nei bassifondi della classifica con un solo punto in quattro gare. Attenzione, quindi, perché i siciliani arriveranno a Potenza cercando di fare tesoro di uno dei più importanti comandamenti calcistici, primo, non prenderle!.

I leoni lucani e quelli siculi si sono affrontati al Viviani sette volte. Il bilancio è nettamente a favore dei rossoblu, 5 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta.

La prima sfida tra queste due squadre risale al campionato di serie D 59/60. Tre a zero per i lucani con gol di Jafrate e doppietta di Camozzi.

 

In serie C, oltre a quello della stagione scorsa c’è solo un altro precedente. Risale alla stagione 93/94 e il Potenza vinse 3 a 1. Dopo essere passato in svantaggio un rigore contestatissimo messo a segno da Carmelino i rossoblu ribaltarono il risultato con le reti di Ferrazzoli, Delle Donne e autogol di Babuin (nella foto).

Purtroppo quella stagione, pur finendo sesto, il Potenza dichiarò fallimento e l’eredità calcistica potentina venne ripresa dall’Invicta Banca Mediterranea nel CND della stagione 94/95.  Fu proprio l’Invicta a battere per l'ultima volta il Leonzio, con un nettissimo 4 a 0.

Ma vediamo nel dettaglio i precedenti tra Potenza e Leonzio giocati al Viviani

Potenza Leonzio 59/60 Serie D 3-0  
Potenza Atletico Leonzio 89/90 Serie C2 1-0  
Potenza Atletico Leonzio 90/91 Serie C2 1-3  
Potenza Leonzio 91/92 Serie C2 9-0  
Potenza Leonzio 93/94 Serie C1 3-1  
B.M. Invecta Leonzio 95/96 CND 4-0  
Potenza Sicula Leonzio 18/19 Serie C 2-2 VIDEO

 

Le vittorie a tavolino del Potenza

Prenota la maglia storica del Potenza

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

i Solidi Noti

Catanzaro - Potenza. I precedenti

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Vibonese - Paganese 19
Reggina - Viterbese - Catania 18
Bari 16
Miglior difesa
Potenza 2
Reggina 6
Monopoli - Bari - Casertana 9
Peggior Attacco
Rende 4
Bisceglie 6
Cavese 7
Peggior Difesa
Rende 22
Rieti 21
Catania 19

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy