Sotto una pioggia battente il Potenza espugna il Giovanni Paolo II di Francavilla Fontana grazie a una straordinaria battaglia sportiva con la Virtus e a un 4 a 3 che richiama alla mente, soprattutto dei non giovanissimi, una partita mitologica di Messico ‘70. Le stesse emozioni, gli stessi ribaltamenti nel risultato, la stessa intensità. Una cosa è certa, Virtus – Potenza non sarà dimenticata molto facilmente dai tifosi rossoblu.

Mister Raffaele risparmia in attacco França, viste anche le condizioni meteo e la scivolosità del terreno di gioco, e schiera una  formazione già ben collaudata con l’inserimento di Sepe, che si aggiunge al trio Sales, Giosa, Emerson, e di Iuliano che fa coppia con Dettori nella costruzione del gioco, supportati da Coccia e da Isgrò a trazione integrale con le sue incontenibili sgroppate a fare impazzire la difesa avversaria e a dare palloni d’oro alla coppia d’attacco Murano e Ferri Marini.

La Virtus confida soprattutto nella vena realizzativa dei suoi uomini di maggior talento come Vazquez, Perez, Gigliotti e Albertini.

La partita comincia subito con il classico motivo della squadra di casa che attacca e quella ospite che cerca la ripartenza e già nei primi minuti la gara si mostra bella e veloce, i tentativi di Sales e Albertini fanno da aperitivo a quello che di lì a poco si scatenerà.

Infatti al 13° il Potenza passa in vantaggio con Murano che, servito in area da un bel passaggio ficcante di Ferri Marini, insacca con un diagonale alla destra di Costa.

Sembra una delle partite tipiche del Potenza: controllare le sfuriate dell’avversario per poi ripartire e fare male, e così pare avviata anche questa gara, anche se i rossoblu appaiono troppo sicuri e convinti di avere in pugno la partita, tanto da “giochicchiare” con una certa, troppa, sicumera.

E così, al 28°, quando nessuno se l’aspetta, la Virtus pareggia. Vazquez riceve palla da Mastropietro sul vertice sinistro dell’area del Potenza, si accentra e, vedendo che nessuno gli si fa incontro, fa partire una rasoterra che si insacca alla sinistra di Breza. Passano appena quattro minuti e la Virtus raddoppia con una ripartenza velocissima che trova impreparata la difesa rossoblu, con Gigliotti che insacca dalla stessa posizione di Vazquez e con lo stesso tiro in diagonale.

Se la partita era bella, adesso diventa spettacolare. Non passano nemmeno due minuti che Isgrò, di sicuro il migliore dei suoi in questa giornata incredibile, penetra in velocità nelle maglie avversarie e appena in area lascia partire un gran diagonale che si insacca alla destra di Costa.

Dopo il pareggio le due squadre cercano di recuperare un po’energia, 35 minuti senza  esclusione di colpi lasciano il segno sui muscoli, e si va così negli spogliatoi non prima però di aver assistito a un bel colpo di testa di Murano che manda di poco al lato un preciso cross Sepe.

Nella ripresa Raffaele inserisce Coppola la posto di Iuliano per dare maggiore "fastidio" alla manovra bianco-azzurra. La partita riprende con la stessa intensità vista nel primo tempo. Passano solo dieci minuti e Murano fa il suo personale bis. Palla persa dal centrocampo di casa, Isgrò lancia nello spazio l'attaccante potentino che, da solo davanti al portiere, non può far altro che infilare il gol del 3 a 2. Purtroppo nell'azione Murano si infortuna e deve lasciare il posto a Vuletich.

Ma le emozioni di questo secondo tempo sono solo all'inizio. Passano infatti quattro minuti e Matropietro conclude al volo una bell'azione in velocità tra Albertini e Gigilotti infilando a mezz'altezza un Breza meno reattivo del solito. E' il 3 a 3.

La partita rimane viva, bella, giocata senza un attimo di tregua. Le azioni si susseguono e il Potenza potrebbe passare già al 69° con Vuletich che, servito da Dettori, si viene a trovare praticamente a tu per tu col portiere, ma l'argentino colpisce male la palla spedendola su fondo.

Ancora Potenza al 73° con Giosa che consegna di testa nelle mani del portiere una pennellata di Emerson  Ma la Virtus non sta di certo a guardare e due minuti dopo va vicino al gol con Vazquez, anche lui impreciso sotto porta. Come si dice in questi casi, il gol è nell'aria e nel capovolgimento di fronte ancora uno scatenato Isgrò centra per Vuletich che di testa fa da sponda per Ferri Marini mettendolo praticamente in gol, infatti l'attaccante rossoblu non deve fa altro che spingere il rete il pallone del 4 a 3.

Nell'ultimo quarto d'ora i protagonisti sono i cambi, Viteritti, Ricci e Silvestri al posto di Isgrò, Ferri Marini e Dettori per il Potenza; Sperandeo e Puntoniere per Gigliotti e Caporale, per la Virtus Francavilla.

L'ultima occasione è sui piedi di Vazquez il cui diagonale fa la barba al palo, facendo portare le mani nei capelli dei tifosi di casa e il cuore a mille dei tifosi del Potenza.

La partita finisce così. 4 a 3 per i lucani che infilano la decima vittoria, terza consecutiva, e tornano al secondo posto in classifica in condominio con la Ternana... Il sogno continua.

 

 

Le vittorie a tavolino del Potenza

Prenota la maglia storica del Potenza

Il Video: Potenza - Cavese: 08/09

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Potenza - Paganese. I precedenti

Canta il Gallo

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Reggina 40
Vibonese 36
Bari - Paganese 30
Miglior difesa
Reggina 9
Potenza - Bari 13
Monopoli 14
Peggior Attacco
Rende 11
Bisceglie - Cavese 14
Sicula Leonzio 18
Peggior Difesa
Rieti 41
Sicula Leonzio 36
Rende 34

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy