1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

La prima vittoria col Manfredonia, 1939

La prima vittoria del Potenza contro il Manfredonia è datata 1939. La partita si giocò l’8 ottobre ed era la quinta volta che sipontini e lucani si affrontavano in gare di campionato.

In campo scesero le seguenti formazioni:

Manfredonia: Beltrame, Esposito, Milano, Gelsomino II, Greco, Ciuffrida, Giancasparo, Casalino, Ghitano, Rinaldi e Capasso.

Potenza: Volpi, Brondi II, Revelant, Ricci, Asquini, Poles, Brondi III, Taverna, Zaccaria, Lasorella, Giagni.

La partita in realtà finì sull’1 a 1 con reti di Casalino al 15° dopo aver superato un paio di avversari in dribbling e di Revelant al 25° su calcio di rigore assegnato per fallo di mano in area dello stesso Casalino.

Il giudice sportivo, all’epoca chiamato Direttorio Divisioni Superiori (D.DD.SS.), in data 13 ottobre comunicò che la gara tra Manfredonia e Potenza non era stata omologata “in attesa di precisare la posizione di alcuni giuocatori…”. Il 20 ottobre 1939, infine, accertato che il giocatore del Manfredonia Fino Quintino aveva partecipato all’incontro sprovvisto di tessera, la partita venne data vinta a tavolino al Potenza col risultato di 2 a 0.

La curiosità è che questa è stata la prima gara vinta a tavolino dal Potenza disputata in trasferta, e ottenuta grazie a un “vizio di forma”.

Negli articoli dell’epoca si può leggere nel dettaglio la cronaca della partita e le decisioni del “giudice sportivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy