di Pasquale Scarano

I leoni sono ad un passo dall'abisso, una condizione del baratro mentale, fisico che attanaglia la squadra e le impedisce l' identificazione di idonee dinamiche di un gruppo ormai sbrindellato, confusionario, a-reattivo,per liberarsi di un blocco che rende inesistente il senso della combattività. Per non precipitare nella lotteria dei play-out, al Potenza sarebbe bastato un misero golletto, anche rapinoso, senza nulla di estetico, ma l'incapacità di creare gioco, con geometrie e raziocinio, ha impedito il raggiungimento dell'obiettivo.

Antichi problemi d'organico hanno condizionato la prestazione del team di De Giorgio contro la Virtus Francavilla, che, dal suo canto ha badato prima di tutto a non prenderle, concedendo ai leoni un possesso-palla, asfittico ed infruttuoso. I bianco-azzurri, infatti, guidati da mister Villa, giostravano con un 3-5-2, compatto, forte fisicamente ed imbattibile nel gioco aereo, soprattutto con i 3 centrali difensivi, Gasbarro, Dutu e Montegaudo, quest'ultimo marcatore ad uomo di Caturano, il quale, così come l'altra punta Di Grazia, è uscito a pezzi dallo scontro con i difensori ospiti.

Il portiere, Branduani, chiamato in causa solo in 2 occasioni, da Di Grazia al 1° minuto ed al 51° da Maisto (trequartista subentrato, in zona recupero,al posto di Hadziosmanovic esterno destro), ha tenuto bene il campo, sostenuto anche da Biondi, altro marcatore che ha annullato Volpe, e sulla corsia mancina da Ingrosso che aveva il compito di fermare le proiezioni di Hadziosmanovic, compito perlopiù riuscito. In mezzo al campo l'ex Laaribi dettava i tempi di gioco coadiuvato dagli interni Izzillo e Di Marco implacabili sulle seconde palle ed efficaci in fase di contenimento attraverso il pressing sul portatore di palla. Poi, in zona d'attacco, sui lanci sui lanci di Laaribi, Artistico ha spesso costretto Sbraga ad affannosi recuperi difensivi. Meno efficace la seconda punta Neglia.Anche i leoni erano schierati a specchio con Alastra tra i pali protetto dal pacchetto arretrato composto anche da Maddaloni ed Armini, con Hadzio e Volpe sugli esterni; a centrocampo De Giorgio tentava ancora l'esperimento, chiaramente fallito, di Saporiti nel ruolo di play, con ai fianchi Candellori e Steffè, stressati dal pressing ed incapaci di proporre manovre palla a terra; il risultato del marchingegno è che si lasciava ai difensori l'impostazione del gioco affidandosi solamente a palle lunghe e prevedibili dagli avversari.

Degli attaccanti dei leoni abbiamo già riferito, anche perché sono mancate completamente le occasioni per andare a rete; d'altronde i virtussini, che badavano al sodo, non tentavano schemi offensivi per non concedere opportunità ai potentini. Unica eccezione le 2 progressioni di Artistico al 21° del 1° game su lancio di Biondi con tiro a volo verso l'incrocio, ed al 35° dello stesso tempo, questa volta con assist millimetrico di Laaribi, sul quale l'attaccante veniva murato da Sbraga,Un match, dunque, povero d'emozioni, sul risultato perfetto dello 0-0 di Breriana memoria, senza errori per il goal, che terminava in un mare di fischi e contestazioni di un pubblico sfiduciato ed amareggiato,ma comunque in attesa dei play-out e del match della sopravvivenza da disputare in trasferta contro il Monterosi.

 

Il Rosso e il Blu

La maglia storica del Potenza

La prima vittoria del Potenza in B

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

A un passo dall'abisso

Il Potenza va all'inferno

ULTIMI ARTICOLI

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy